• DUE NUOVI  RELIQUIARI  PER IL MUSEO  DELLA NOBILE CONTRADA  DEL NICCHIO
  • DUE NUOVI  RELIQUIARI  PER IL MUSEO  DELLA NOBILE CONTRADA  DEL NICCHIO

Nel 2014 la contrada è venuta in possesso di due teche contenenti quattro reliquie: una relativa a San Gaetano Thiene e nell’altra sono presenti le reliquie del Nostro Patrono e dei Santi Chiara e Giacomo Maggiore. A questo punto sembrava logico dotare di un contenitore adatto alla necessita per poter glorificare e rendere visibile in maniera degna le due piccole teche; di un materiale che uscisse dai canonici materiali quali l’argento od il legno dorato, esempi visibili negli arredi sacri del nostro Museo. La Commissione Patrimonio Storico Artistico ed Archivistico decise di realizzare i due nuovi reliquiari in ceramica anche per suggellare il legame con il territorio e con la sua storia. La scelta cadde sul pittore, ma anche scultore, Maestro Carlo Pizzichini che in questi giorni ha concluso il suo operato realizzando i reliquiari in ceramica smaltata in oro. Sono due opere di grande impatto visivo dove la “materia terra” viene plasmata con sapienza dalle mani dell’artista generando, nell’osservatore, una forte emotività soprattutto nel reliquiario che racchiude la teca con le reliquie di San Gaetano, nostro Patrono, di Santa Chiara, creando un parallelo spirituale fra l’Oratorio e la Chiesa distrutta del monastero, e San Giacomo Maggiore, alla quale noi tutti siamo indiscutibilmente e imprescindibilmente legati per l’iconografia del nostro Emblema.

Paolo Fiorenzani, Presidente Commissione Patrimonio Storico, Artistico ed Archivistico

Carlo Pizzichini
Reliquiario di San Gaetano Thiene
Argilla refrattaria, cristallina ed oro zecchino a terzo fuoco
2015
Manifattura “Il Tondo”
La reliquia è inserita nel centro del Santo presbitero, con in braccio il Bambin Gesù; ai piedi il sacchetto dell’elemosina ed il simbolo della Contrada

Carlo Pizzichini
Reliquiario di Santa Chiara, San Gaetano e San Giacomo
Argilla refrattaria, cristallina ed oro
zecchino a terzo fuoco 2015,
Manifattura “Il Tondo”

I tre Santi, ognuno con i propri elementi iconografici, riuniti come in un abbraccio, tengono una conchiglia contenente la custodia con le tre reliquie insolitamente riunite

 

Leave a Comment